Siti del circuito Teknoring


  homepage/ / Lo Stool 60 di Alvar Aalto si veste di pois

Lo Stool 60 di Alvar Aalto si veste di pois

Di
Pubblicato sul Canale Icon il 19 luglio 2012

La semplicità e la tecnologia innovativa ne hanno fatto un’icona del design, presente nella collezione permanente del Museum of Modern Art di New York, un oggetto senza tempo che anche a ottant’anni dalla sua creazione appare moderno e attuale, tanto nell’estetica quanto nella funzionalità.

Oggi lo lo Stool 60 creato nel 1933 da Alvar Aalto (1898-1976) torna in una nuova veste, proprio per celebrare il suo ottantesimo compleanno. Frutto della collaborazione tra Artek e Comme des Garçons, lo sgabello a tre gambe si presenta in un'edizione speciale con i pois di Rei Kawakubo, fondatrice del brand di moda, realizzato in una serie di 200 pezzi numerati. Lo Stool 60 firmato Kawakubo è uno sgabello laccato bianco con pois neri sulla seduta e sulle gambe.

Lo sgabello impilabile Stool 60 rappresenta la quintessenza del design del mobile funzionalista. La semplice idea alla base di questo ormai classico sgabello si basa su tre gambe piegate e un sedile rotondo. Questa originale curvatura divenne il tratto distintivo di tutti i mobili disegnati da Aalto.

O.O.


Photo Gallery



Articoli consigliati

Più visitati i più visitati in icon Archivio

  • La prima auto stampata in 3D e' italiana

    La prima auto stampata in 3D e' italiana

    Con la sua Strati, Michele Anoe' ha appena vinto il 3D ...

    Continua a leggere..
  • Il nuovo aeroporto di Citta' del Messico

    Il nuovo aeroporto di Citta' del Messico

    La rivoluzione dell'airport design secondo Norman Foste...

    Continua a leggere..
  • Design Festival 2014: tutto pronto a Bolzano

    Design Festival 2014: tutto pronto a Bolzano

    "Centre Periphery" animera' l'ateneo altoatesino con wo...

    Continua a leggere..
  • Lego House, via ai lavori

    Lego House, via ai lavori

    La futura casa del mattoncino a Billund sara' un rivolu...

    Continua a leggere..
News In Evidenza